Chi siamo

Analisi Lubrificanti

Motori

Le propulsioni nel settore marino, a benzina, ma soprattutto diesel sono un ambito in cui il controllo e la “prevenzione” divengono essenziali per conservare l’impianto al meglio, oltre a garantire la sicurezza nell’impiego.

Ben difficilmente l’olio che viene impiegato raggiunge la sua “fine vita” fisiologica. Infatti seppur stressato da condizioni operative talvolta esasperate, lo si sostituisce per radicate abitudini, in base a tabelle standard.

Un controllo dello stato operativo e del degrado funzionale dello stesso è un’operazione molto economica e dai risultati importanti per la conservazione del propulsore in esame. Un uso discontinuo dei motori peggiora frequentemente la loro conservazione, favorendo fenomeni di corrosione galvanica e degrado delle superfici esposte. La presenza di gasolio incombusto (o ancora peggio di benzina) compromette la viscosità del fluido generando fenomeni di usura, specie in fase di avviamento.

Sistemi idraulici

La maggior parte dei malfunzionamenti dei sistemi idraulici è da attribuire alla contaminazione, in genere dovuta all’ingresso di polveri ambientali, umidità e altre sostanze esogene. Le analisi sono quindi rivolte soprattutto alla valutazione dei contaminanti, grazie a metodi analitici molto sensibili come la determinazione dell’acqua (con metodo Karl Fischer) o il controllo e la caratterizzazione del particolato tramite una avanzata tecnologia di particle imaging (Lasernet Fines TM) nata in ambito militare, che classifica automaticamente il particolato in metallico e non metallico, sulla base di forma e aspetto delle particelle.

A queste analisi si aggiungono il patch test colorimetrico (VTI) e la microscopia ottica, per garantire una valutazione dettagliata del particolato da usura e dei precursori delle varnish, che creano gravi problemi a livello dei componenti più sensibili (valvole, attuatori, pompe).

oli 2    oli 1

valigetta

Un semplice prelievo di olio riesce quindi a darci importanti informazioni nelle seguenti fasi:

  • Individuazione di anomalie (analisi proattiva):

–        quando si sta verificando qualcosa che conduce ad un guasto

  • Individuazione del guasto (analisi proattiva):

–        quando viene riscontrato un problema allo stadio iniziale che altrimenti non si sarebbe notato

–        quale ne è la causa

–        quali potrebbero essere le modalità di rottura

  • Diagnosi del problema:

–        quanto è grave il problema

–        quanto tempo rimane

–        quali possono essere le azioni correttive necessarie

  • Dopo il guasto:

–        cosa ha causato il guasto

–        poteva essere evitato?

L’analisi degli oli permette quindi si compiere atti importanti nella manutenzione degli impianti di bordo e allo stesso tempo di analizzare eventuali guasti per evitare che si possano ripetere limitando la disponibilità di utilizzo del mezzo.

Contatti

Sailadv Srl, Via Frascani 24, 56124 Pisa
P.IVA 02186120503 - C.F. 02186120503
N.REA: PI - 187875 - Capitale Sociale € 10.000 i.v.
Phone: +39 050 7916760
Fax: +39 050 7911020
Email: info@sailadv.com

Ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/03, la compilazione del modulo costituisce esplicita autorizzazione e consenso alla detenzione e al trattamento dei dati personali, come disposto dal Codice in materia di dati personali. La informiamo inoltre che, relativamente ai dati forniti, potrà esercitare i diritti previsti dall'art. 7 del D.Lgs. 196/03.