BACK

Analisi dei Guasti e dei Materiali

Determinare per innovare

I nostri laboratori sono in grado di eseguire l’analisi di materiali compositi, metallici e polimerici grazie alle più moderne tecnologie. Le nostre competenze specifiche ci consentono di studiare metalli, materie plastiche, tessuti, vernici, carburanti, solventi.

MICROSCOPIO ELETTRONICO DI SCANSIONE (SEM)

Analisi morfologiche di fratture, trattamenti e rivestimenti superficiali, analisi di componenti, sono eseguibili attraverso il microscopio elettronico a scansione Zeiss Evo MA15 con sorgente LaB6 ad alta risoluzione. La microanalisi a raggi X consente di eseguire analisi spot quantitative.

METALLOGRAFIA

Siamo in grado di eseguire microfotografie, macrofotografie, micro durezza, analisi di inclusioni, granulometria, verifica della struttura di qualsiasi materiale metallico, secondo le norme di riferimento applicabili. Siamo in grado di eseguire analisi di guasti e deteriorazioni, al fine di fornire corretti input alle attività di risoluzione dei problemi.

TOMOGRAFIA

Questa nuova tecnologia consente di avere un’accurata ricostruzione 3D della geometria dell’oggetto analizzato (interno ed esterno) e delle sue caratteristiche funzionali, rendendo così immediata l’individuazione di ogni possibile guasto.

LABORATORIO

BANCHI DI PROVA AMBIENTALI

  1. Shock termico
  2. Camere climatiche
  3. Test di corrosione in atmosfera artificiale
  4. Invecchiamento (luce solare, ozono)

TEST FUNZIONALI E MECCANICI

  1. Test funzionali
  2. Test statici
  3. Test di fatica (HCF-LCF)
  4. Test di vibrazione
  5. Test di impatto
  6. Test personalizzati

TEST DI AFFIDABILITA'

In collaborazione con la nostra rete di laboratori siamo in grado di eseguire test meccanici e funzionali al fine di verificare le caratteristiche meccaniche dei componenti.

BANCHI DI PROVA MECCANICI

  1. Carico statico fino a 250 KN
  2. Prova di fatica fino a 250 KN e 40 Hz
  3. Pulsazione di pressione
  4. Urto
  5. Vibrazioni

TEST NON DISTRUTTIVI (NDT TESTS)

  1. Test penetrante colorante
  2. Test penetrante fluorescente
  3. Particelle magnetiche

RIcerca dei difetti

Siamo in grado di esaminare pezzi fusi, pezzi forgiati e lavorati in diversi materiali (acciaio, alluminio e leghe di magnesio, ottone e bronzo, titanio, plastica e materiali compositi) al fine di rilevare segni di possibili difetti che potrebbero influenzare l’uso del prodotto.

PENETRANTE LIQUIDO COLORANTE

L’ispezione con colorante penetrante è un sistema di controllo adatto a materiali non ferromagnetici. L’ispezione consente di evidenziare con elevata sensibilità e precisione ogni superficie di discontinuità, anche se molto piccola, come crepe, porosità, falde. Nel metodo con liquido penetrante a contrasto, viene fatto penetrare un liquido visibile (solitamente di colore rosso) all’ interno della superficie. Dopo la rimozione del fluido in eccesso e l’applicazione di un rivelatore (di solito un assorbente liquido amorfo a base di silice), viene evidenziata ogni discontinuità grazie al contrasto cromatico del rivelatore di liquido.

LIQUIDO PENETRANTE FLUORESCENTE

Questo metodo utilizza un liquido fluorescente penetrante (con diverse sensibilità a seconda del tipo di dettaglio e materiale esaminato), visibile dopo l’applicazione del rivelatore dopo l’illuminazione con luce nera (lampada di Wood). Pontlab, il nostro partner mondiale leader in questo campo, è dotato di una struttura di ispezione con la possibilità di eseguire controlli con penetranti fluorescenti post-emulsionabili secondo le principali norme meccaniche e aerospaziali (EN 571, ASTM E 1417, AMS 2644, MIL, ASME, DIN, UNI, BS, AFNOR).

PARTICELLE MAGNETICHE

L’ispezione magnetoscopica (MT) sfrutta il ferromagnetismo di alcuni metalli per evidenziare le anomalie delle linee di flusso del campo magnetico di difetti di una vicina superficie. Le linee di flusso, che rappresentano la forza del campo magnetico locale vicino ad una discontinuità, come ad esempio una micro-crepa, una cavità o un’inclusione, si stanno raccogliendo o disperdendo, ruotando localmente e creando un’anomalia nel campo magnetico ai bordi del difetto. Basta spruzzare le superfici o bagnarle con opportune sospensioni di polveri ferromagnetiche, colorate o fluorescenti, per allineare le particelle lungo le linee di flusso del campo magnetico. I diversi colori di polvere o luce fluorescente emessa nello spettro visibile quando sono irradiati con luce ultravioletta (la luce di Wood), metterà in evidenza ciascuna della loro concentrazione e di conseguenza, i difetti affioranti o subcorticali. La magnetoscopia consente di evidenziare difetti superficiali e subcorticali non rilevabili con liquido penetrante, a condizione che il disturbo del campo magnetico nelle loro vicinanze possa arrivare alla superficie da esaminare.

HAI BISOGNO DI ULTERIORI INFORMAZIONI?
NON HAI TROVATO CIO’ CHE STAVI CERCANDO?

Download Brochure

Per scaricare la brochure ti chiediamo cortesemente di completare il seguente formulario. Al termine della procedura riceverai un link per scaricare la brochure richiesta.

* Campi obbligatori


PER UNA MIGLIORE ESPERIENZA
SI PREGA DI RUOTARE IL DISPOSITIVO